Icona debutta nell’industrial design alla Fiera K di Duesseldorf

Il Presidente Gaudio: “Portiamo bellezza e funzionalità nei macchinari industriali”

Torino, 16 ottobre 2019 – ICONA DESIGN GROUP firma il design di due nuove macchine per la lavorazione della plastica e di altri materiali quali alluminio, carta o flexible packaging, del gruppo IMS TECHNOLOGIES GROUP, che sono presentati alla Fiera K di Duesseldorf, evento leader per l’industria delle materie plastiche e della gomma, dal 16 al 23 ottobre.
Con oltre 3.000 espositori provenienti da oltre 50 nazioni, per otto giorni la fiera è il luogo d’incontro dell’intero mondo della plastica e della gomma, per dar prova dell’efficienza del settore, discutere delle tendenze attuali e gettare le basi per il futuro. Plastics shape the future si considera un forum centrale per lo scambio di informazioni, pensieri ed opinioni, sia per i visitatori professionali che per quelli interessati ma non del mestiere. Quest’anno l’attenzione sarà rivolta al potere innovativo dei materiali e del settore, in termini di conservazione delle risorse, digitalizzazione, funzionalità, energie rinnovabili, economia circolare e sostenibilità. Inoltre, non verranno risparmiati temi critici come i rifiuti di plastica negli oceani, la mentalità usa e getta intorno agli imballaggi di plastica e l’uso di risorse definite per la produzione.
Questo progetto per IMS segna il debutto di ICONA nell’industrial design, dopo essersi affermata nel design per la mobilità con il concept ICONA Nucleus, shuttle di lusso elettrico e a guida autonoma, e con Space-pod, disegnato per l’azienda di food delivery Meituan e di un veicolo autonomo per il trasporto merci per l’azienda di e-commerce JD.com. ICONA vuole infatti essere all’avanguardia, vuole ispirare e innovare, mostrando nuovi modi per un design industriale più efficiente e sostenibile. La forza del suo team internazionale di design e l’esperienza acquisita nel settore automobilistico sono la base per l’approccio innovativo nella progettazione di macchinari e attrezzature industriali.

Per IMS TECHNOLOGIES GROUP, ICONA ha ridisegnato due famiglie di macchinari. La prima ridisegnata è la ROTOMAC ICEBREAKER 165 SG, una ribobinatrice-goffatrice per la produzione di rotoli a uso alimentare di alluminio, plastica, carta e carta forno. Il design è lineare, armonioso e rompe con il passato. L’obiettivo principale dei designer di Icona è stata la convergenza di tutti i carter in un numero ridotto di piani geometrici per migliorare l’aspetto generale. Tutte le curve sono state orientate sullo stesso asse del rullo, mentre i colori sono stati portati a una variazione di tonalità di grigio. Il marchio ROTOMAC è stato realizzato con un materiale reattivo al LED e sensibile ai cambiamenti di colore in base allo stato di macchina. Questo è l’inizio del rinnovo dell’intera Serie ROTOMAC ICEBREAKER.

Icona ha inoltre riprogettato la serie RIBOSLIT per il marchio IMS GOEBEL, la sintesi perfetta di design, prestazioni e qualità. Esposta per la prima volta a livello mondiale, quest’ultima innovazione sorprenderà i visitatori della fiera con un design completamente nuovo e moderno. La nuova macchina soddisfa le più recenti esigenze del settore in termini di precisione e prestazioni. Si tratta di una tagliaribobinatrice bialbero compatta, con avvolgimento centrale su alberi frizionati, di dimensioni ridotte ma equipaggiata con le migliori tecnologie. Richiede quindi minimi spazi operativi e minimi investimenti ed è in grado di tagliare bobine di diversi materiali fino a 600 m/min.

Spiega Teresio Gigi Gaudio, Presidente & CEO di ICONA DESIGN GROUP, “Il nostro benessere dipende in gran parte dalla funzionalità e dalla bellezza degli oggetti che ci circondano e che usiamo quotidianamente. Pensiamo alla macchina per il caffè, all’auto, alla stampante dell’ufficio, alle macchine in fabbrica. Le pensiamo prima di tutto pratiche, facili da usare e da mantenere, efficienti e affidabili. Ma anche le desideriamo belle. Troppe volte la bellezza è stata confusa con lo spreco di denaro. Noi di ICONA crediamo che una macchina industriale bella sia migliore di una macchina industriale brutta.”

Le macchine ROTOMAC e RIBOSLIT disegnate da ICONA sono visibili nella Hall 3 Stand 73.

ICONA
Fondata nel 2010, ICONA ha le sue radici a Torino, dove sono concentrate molte strutture automobilistiche riconosciute a livello mondiale, inclusi studi di progettazione, produttori, università e centri di ricerca. La presenza nel gruppo Icona di leader del settore come Tecnocad Progetti e Cecomp, azionisti della società insieme al presidente e AD Teresio Gigi Gaudio, assicura una solida base di sviluppo dei progetti realizzati per i propri clienti, con un know-how che copre l’intero processo, dalla gestione allo styling, dall’ingegneria alla prototipazione e alla produzione. Il gruppo ICONA conta oltre 120 designer, modellisti, ingegneri e project manager di 21 diversi Paesi, con uffici a Shanghai e Los Angeles oltre all’headquarter di Torino. Nel 2018, i ricavi di Icona hanno superato i 23 milioni di euro.

Icona e JD svelano un progetto di co-branding all’auto Shanghai 2019

Shanghai, 16 aprile 2019 – ICONA Design Group ha presentato oggi la prima mondiale di un innovativo
veicolo di trasporto in co-branding con JD (NASDAQ: JD), una delle più grandi aziende di e-commerce della
Cina. Questo progetto segna un traguardo nella crescita della giovane società di design italiana che ha
partecipato a tutti gli Auto Shanghai dalla sua fondazione nel 2010.
ICONA partecipa all’Auto Shanghai con tre realizzazioni:

La prima mondiale di un veicolo logistico autonomo e completamente nuovo, dedicato al trasporto
di merci.

Lo Space-pod, un piccolo robot autonomo, progettato da ICONA per la piattaforma di e-commerce
Meituan (HKG: 3690), leader cinese fra le società di servizi. Presentato per la prima volta al CES di
Las Vegas nel gennaio 2019, fa ora il suo debutto sul fronte orientale.

La ICONA Nucleus, mostrata per la prima volta nella città più avanzata e in più rapida crescita del
mondo, sorprenderà e ispirerà esperti e appassionati come già accaduto a Ginevra, Pechino, Los
Angeles, Parigi e Montecarlo.

Teresio Gigi Gaudio, Presidente & AD di ICONA Design, afferma: “ICONA collabora con aziende innovative e
in rapida crescita che reinventano la nostra esperienza quotidiana nella consegna e nel trasporto dei beni di
consumo. La ICONA Nucleus, lo Space-pod per Meituan e il terzo veicolo per JD sono tre aspetti dello stesso
approccio rivoluzionario alla mobilità urbana e al trasporto di persone e merci.”
Il JinDong (JD) Autonomous Logistic Vehicle è un prototipo funzionante. Samuel Chuffart, VP & Global
Design Director di ICONA, afferma: “Questo veicolo, disegnato da ICONA e realizzato con Chery e altri
partner per JD, è adibito al lavoro all’interno degli spazi di JD, con la funzione di coprire la distanza dai
magazzini alle stazioni di consegna e ai robot di consegna terminali. Il design è accessibile, non
intimidatorio. Il suo aspetto comunica sobriamente, rivolgendosi all’esterno anziché in avanti: l’intenzione è
consentire un approccio immediato e intuitivo per l’utente e per le persone vicine al veicolo. Le superfici
aerodinamiche e la solida silhouette a doppia faccia sottolineano la piena versatilità di questo veicolo, così
semplice nel suo aspetto e così ricco nelle sue prestazioni.”
In futuro un veicolo come questo potrebbe essere utilizzato nei campus, nei parchi industriali e in altre aree
private e pubbliche controllate, e potenzialmente anche (dopo domani) su strade pubbliche, a partire dalle
strade con corsie dedicate.

Da Ginevra 2018, il progetto di punta di ICONA è stato l’acclamata Icona Nucleus. “È un concept car”,
commenta Chuffart, “che incarna la visione di ICONA per la mobilità del domani, anticipando la ridefinizione
dell’architettura automobilistica con una tecnologia di guida completamente autonoma su una piattaforma
elettrica alimentata a idrogeno.”
ICONA Nucleus ha ricevuto due riconoscimenti di Winner dalla giuria del German Design Award 2019 (per le
categorie: Autovetture e Design universale) e ha ispirato molti altri concept car futuristici già presentati al
mercato.
Con questi altri due veicoli a guida autonoma, ICONA rafforza i suoi legami con la mobilità del futuro,
guardando oltre il trasporto tradizionale delle persone e aprendo la sua ricerca progettuale a nuove
dimensioni. “I nostri tre studi a Torino, Shanghai e Los Angeles” afferma Gaudio “stanno spingendo al limite
i confini dell’innovazione, con benefici tangibili per tutti i nostri clienti.”

Icona Nucleus Winner del German Design Award 2019

Torino, 20 novembre 2018 –Il concept vehicle Icona Nucleus, che il 28 novembre farà il debutto americano al salone di Los Angeles, è stata premiata in due categorie come winner al German Design Award 2019: Passenger Vehicles e Universal Design, per un design di qualità eccezionale.
Il German Design Award è una delle più rinomate competizioni di design a livello mondiale e gode dell’eccellente reputazione del suo circolo di esperti. Assegnato ogni dal German Design Council, premia le migliori espressioni del design in un ampio numero di categorie.
“La visione innovativa e il design della Nucleus avevano già ottenuto il consenso del pubblico e dei media. Ora con questo doppio riconoscimento, per giunta da un’istituzione tedesca così prestigiosa, arriva un ulteriore apprezzamento dalla critica. In fondo la misura del successo di chi fa design sta nella capacità di fare tendenza, di ispirare gli altri e anche di farsi copiare. Icona continuerà a esplorare le vie della mobilità e dell’intelligenza artificiale e a stupire.” dice Teresio Gigi Gaudio, Presidente & Amministratore Delegato di Icona.

La Nucleus rappresenta la sintesi tra visione futurista e approccio antropocentrico, il nuovo prototipo sviluppa ulteriormente il concept Icona Neo, ridefinendo la modalità stessa di concepire la vettura. Neo ci introduce al domani, Nucleus ci porterà direttamente al futuro. Icona Nucleus rispecchia la visione di Icona sul futuro della mobilità.
Dietro l’innovazione tecnologia, Nucleus mostra anche il futuro dell’automobile per la prossima generazione. Una generazione che aspira a essere socialmente responsabile attraverso il rispetto non solo per la natura in generale ma anche per gli spazi che l’uomo abita.
La mobilità del futuro sarà molto diversa da quella di oggi, con un gran numero di veicoli elettrici condivisi e a guida autonoma, delle navette per una o più persone in grado di viaggiare agilmente fra le infrastrutture di mobilità di massa fino ad arrivare ai grandi centri di destinazione.
Con il suo sistema di guida totalmente autonomo di livello cinque, la Nucleus fa un salto in avanti di due generazioni. Al suo interno, l’assenza del guidatore non solo significa l’assenza di volante e cruscotto ma anche un nuovo modo di concepire gli spazi del viaggio, in cui l’attenzione non si concentra più sulla strada ma sulla destinazione.
Essendo dotata di un sistema di guida interamente autonomo, la vettura non prevede finestrini laterali in senso tradizionale, bensì pannelli semi-trasparenti in tinta con la carrozzeria che consentono agli occupanti di guardare fuori, restando comunque protetti da sguardi indiscreti durante gli spostamenti.

La conferenza stampa di Icona al Salone dell’Auto di Los Angeles si terrà giovedì 29 novembre alle 10,35 sullo stand Icona.

ICONA
Fondata nel 2010, Icona ha le sue radici nella città di Torino, in Italia, dove si concentrano il know-how e molte aziende del settore automotive, tra cui studi di progettazione, costruttori, università e centri di ricerca. La presenza nel gruppo Icona di leader del settore come Tecnocad Progetti e Cecompa, azionisti della società insieme al presidente Teresio Gigi Gaudio, assicura una solida base di sviluppo dei progetti realizzati per i propri clienti, con un know-how che copre l’intero processo, dalla gestione allo styling, dall’ingegneria alla prototipazione e alla produzione. Il Gruppo Icona conta oltre 130 tra designer, modellisti, ingegneri e project manager di 21 diversi Paesi, con uffici a Shanghai e Los Angeles oltre alla sede di Torino. Nel 2018 i ricavi di Icona supereranno i 22 milioni di euro con un aumento del 22% rispetto al 2017.

Icona Nucleus: Los Angeles Auto Show 2018

Prima americana per Icona Nucleus concept vehicle in mostra al centro esposizioni di Los Angeles

Turin/Los Angeles, 12 November 2018 – Doppio debutto al Los Angeles Auto Show. La compagnia di design italiana Icona parteciperà per la prima volta all’evento automobilistico di Los Angeles, in California. La premiere americana della sua ultima creazione, il concept vehicle a guida autonoma, Icona Nucleus, si terrà il 29 novembre presso lo stand di Icona.
Lo stesso giorno, Icona sarà fra i protagonisti del Car Design Forum dedicato a “Immaginare il futuro dell’automobile” dove sarà esposto un modello in scala della Nucleus, in qualità di sponsor.

Partecipare al Los Angeles Auto Show quest’anno rappresenta un passo in avanti nella crescita di Icona nel mercato statunitense. Fondata nell’estate del 2016, Icona Design Los Angeles studio ora conta 20 persone fra designer, modellisti e ingegneri e riceve già oltre il 40% delle sue entrate da clienti acquisiti localmente, mentre il resto proviene da progetti internazionali per clienti in Europa e Cina.

“Il nostro studio ha sede in Orange County tra i principali costruttori come Toyota, Mazda, Hyundai, Kia e altri ancora” dice Teresio Gigi Gaudio, President & CEO di Icona, “Il motivo per cui abbiamo scelto questo luogo non è solo per la sua vicinanza ai costruttori, ma anche per la presenza storica di una consolidata rete di fornitori per la fresatura, la costruzione di prototipi, la stampa 3D, ecc…
Orange County è sicuramente il centro innovativo del design. L’influenza sui designer è dovuta alla cultura dell’automobile che esiste qua. Ogni fine settimana ci sono car show e altri eventi che influenzano il design. Quando unisci il design alle ultime tecnologie come l’intelligenza artificiale, l’energia alternativa e la guida autonoma, accade la magia che produce i cambiamenti.”

Samuel Chuffart, Global Design Director, aggiunge: “Icona Design Los Angeles è stata fondata nel settembre del 2016 per supportare i nostri clienti con ingegneria, modelli in argilla e design. Siamo una famiglia di designer che collaborano insieme per dare supporto a qualsiasi progetto da tutti e tre i centri di design di Torino, Shanghai e Los Angeles. Il nostro design team è formato da 70 designer provenienti da tutto il mondo, garantendo così un approccio diversificato con il risultato finale di respiro internazionale.”

ICONA NUCLEUS

Nucleus rappresenta la sintesi tra la visione futurista e l’approccio antropocentrico, il nuovo prototipo sviluppa ulteriormente il concept Icona Neo, ridefinendo la modalità stessa di concepire la vettura. Neo ci introduce al domani, Nucleus ci porterà direttamente al futuro.
Icona Nucleus rispecchia la visione di Icona sul futuro della mobilità. Visto per la prima volta nel 2015, Icona Neo concept ha dimostrato un futuro tangibile per i veicoli elettrici.
Con il suo sistema di guida totalmente autonomo di livello cinque, la Nucleus fa un salto in avanti di due generazioni. Al suo interno, l’assenza del guidatore non solo significa l’assenza di volante e cruscotto ma anche un nuovo modo di concepire gli spazi del viaggio, in cui l’attenzione non si concentra più sulla strada ma sulla destinazione.

ICONA
Fondata nel 2010, Icona nasce in Italia, a Torino, dove si concentrano il know-how e molte realtà automotive riconosciute globalmente: studi di design, società di ingegneria, aziende manifatturiere, università e centri di ricerca. L’esperienza professionale dei fondatori assicura una solida base per i progetti di sviluppo per i clienti di Icona: una conoscenza che copre l’intero processo, dal management allo stile, dall’ingegneria ai prototipi, fino ad arrivare all’avvio produttivo. Icona Group conta più di 120 designer, modellisti, ingegneri, e project manager provenienti da 21 Paesi diversi, con sedi a Torino, Shanghai e Los Angeles.

La conferenza stampa avrà luogo il 29 novembre alle ore 10.35

Nucleus

Nucleus rappresenta la sintesi tra visione futurista e approccio antropocentrico. Il nuovo prototipo sviluppa
ulteriormente il concept Icona Neo, ridefinendo la modalità stessa di utilizzo dell’autovettura.
Neo apriva la strada al mondo di domani, Nucleus ci porta direttamente nel futuro.

La Icona Nucleus incarna la visione con cui l’azienda italiana guarda al futuro della mobilità. Lanciato nel 2015,
il concept Icona Neo ha dimostrato che i veicoli elettrici di domani possono diventare una realtà tangibile.
Con il suo sistema di guida interamente autonomo di livello cinque, la Nucleus compie un salto in avanti di
due generazioni. All’interno della vettura, l’assenza di un conducente non comporta soltanto l’eliminazione
di volante e cruscotto, ma diventa un’opportunità per ridefinire gli spazi del viaggio, in cui l’attenzione non si
concentra più sulla strada bensì sulla destinazione.
La tecnologia deve essere palpabile ma invisibile e per questo motivo è stato adottato un approccio secondo
cui “meno è meglio”, dando vita a una carrozzeria fluida e scolpita che coniuga le esigenze dell’aerodinamica e
dell’ergonomia. Oltre alla sua innovazione tecnologica, la Nucleus ci offre una visione del futuro per la prossima
generazione di autovetture, che aspira ad essere socialmente responsabile mediante il rispetto non solo per
l’ambiente naturale ma anche per quello umano. Icona Nucleus: guida autonoma e Massimo del comfort.
La mobilità del futuro sarà molto diversa da ciò che conosciamo oggi, con un alto numero di veicoli
elettrici, condivisi e a guida autonoma che fungeranno da trait d’union per singoli individui o piccoli gruppi
tra l’infrastruttura della mobilità di massa e i grandi hub di destinazione. Ciononostante, il futuro si pone
come una realtà variegata in cui le auto continueranno a rispecchiare le nostre esigenze e a esprimere la
nostra individualità. Con un sistema a guida interamente autonoma, possiamo fare un uso molto più ampio
dell’automobile per le nostre esigenze familiari: l’auto può accompagnarci all’aeroporto, tornare indietro
a prendere i bambini a scuola e più tardi portare i nonni a un appuntamento dal medico. L’automobile
trascorrerà molto meno tempo parcheggiata e verrà utilizzata in modo molto più proficuo su strada. Non sarà
più necessario avere molteplici vetture, ne basterà una che per sua stessa natura sarà un luogo eccellente
in cui trascorrere del tempo: il suo utilizzo e la sua versatilità si rispecchieranno direttamente nelle molteplici
possibilità di allestimento degli interni.

Un design essenziale per gli esterni
“Un mezzo di trasporto di prima classe, elegante e senza soluzione di continuità” afferma Samuel Chuffart,
Global Design Director di Icona.
Gli esterni della monovolume si differenziano da qualsiasi altro veicolo mai visto. L’aspetto è piacevole e
funzionale. Il profilo e le superfici esprimono la volontà dei progettisti di creare un veicolo capace di muoversi
fendendo l’aria in maniera silenziosa ed efficiente. Essendo dotata di un sistema interamente autonomo, la
vettura non prevede finestrini laterali in senso tradizionale, bensì pannelli semi-trasparenti in tinta con la
carrozzeria che consentono agli occupanti di guardare fuori, restando comunque protetti da sguardi indiscreti
durante gli spostamenti. La superficie vetrata superiore, dal parabrezza all’intera capote, è asimmetrica,
suddivisa tra vetro semi-trasparente e interamente trasparente, a ribadire visivamente il carattere del tutto
differente di questo veicolo.
L’Icona Nucleus è un lounge di lusso semovente: la carrozzeria laterale è caratterizzata da una linea allungata ed
elegante che enfatizza la natura lussuosa del veicolo. Come una bolla protettiva, la Nucleus accoglie e avvolge
i suoi passeggeri, offrendo nel contempo un’eccezionale visibilità dell’esterno, grazie a una superficie vetrata
estremamente ampia che copre gran parte della carrozzeria superiore.
La carrozzeria asimmetrica dal punto di vista grafico è divisa in due sezioni rimarcate da una linea diagonale che
attraversa la capote dalla parte anteriore destra alla parte posteriore sinistra, dividendo il vetro trasparente da
quello semi-trasparente. La vettura è dotata di un’unica grande entrata, collocata a destra, sul lato di sicurezza.
Include la portiera scorrevole principale e l’apertura a conchiglia della capote affinché i passeggeri possano
accedere agevolmente all’abitacolo.
Con una lunghezza di 5,25 metri e una larghezza di 2,12 metri, la Nucleus è alta 1,75 metri e poggia su cerchi da
27 pollici. Il suo design elegante e slanciato, dotato di un diffusore integrale nel sottoscocca, e le aerodinamiche
estensioni del passaruota portano il coefficiente CX poco sotto lo 0,22 che rappresenta un valore eccellente,
capace di migliorare la resistenza al rotolamento e il consumo di energia della vettura. La tecnologia del
motore integrato nelle ruote contribuisce a ottimizzare lo spazio all’interno della Nucleus e il range extender ad
idrogeno può portare l’autonomia a 1200 chilometri.

Interni lussuosi come in un salotto
Ora che tutti gli occupanti del veicolo sono passeggeri, l’interazione e l’individualità del loro spazio personale
diventano aspetti prioritari. Abbiamo la possibilità di soddisfare singolarmente le preferenze di ogni passeggero
grazie alla flessibilità di disposizione dei sedili. La strada è là ed è visibile, ma non è più al centro dell’attenzione
di tutti i passeggeri, è come essere al cinema. Questo salotto da viaggio di prima classe non è un concetto così
strano se si pensa ai viaggi in aereo. La flessibilità di movimento di ogni passeggero, insieme all’Infotainment
gestito dal computer di bordo dell’auto, danno un senso di lusso che va ben oltre i materiali e la finitura che ci si
aspetta da un veicolo così moderno e sofisticato.
Non è poi così diverso dall’iPhone, che ha cambiato il nostro modo di concepire il telefono: fare molto di più con
quanto in apparenza sembra essere meno.
La Nucleus può comodamente ospitare sei persone. I sedili possono essere regolati per adattarsi a
utilizzi diversi: è possibile ruotarli affinché siano rivolti verso il tavolino o i passeggeri posteriori, reclinarli
considerevolmente e persino trasformarli in un divano al centro. I larghi sedili sul davanti e sul retro rendono
lo spazio interno confortevole e accogliente come in un salotto di lusso. A un passeggero che viaggia sulla
Nucleus diretto verso un hotel a cinque stelle sembrerà di avere già preso possesso della sua camera. Sono
inoltre previsti un piccolo tavolino e tutti gli spazi necessari per utilizzare e connettere computer portatili, così
come un angolo bar, in modo da rendere fruibile per il lavoro o l’intrattenimento anche il più breve dei viaggi.
In quanto auto di lusso, l’ispirazione per la Nucleus è arrivata sia dagli aerei Concorde che dagli yacht. Una
forma aerodinamica che si muove con eleganza attraverso paesaggi metropolitani e naturali. Uno stile
che dopotutto può riportarci al fascino dell’immagine del viaggio nei lontani anni ‘30: un tempo in cui non
esistevano design aggressivi per concretizzare i desideri di guida delle persone. Nonostante le capacità
dinamiche che ovviamente andrebbero ben oltre quanto sarebbe possibile ottenere con un’auto di quelle
dimensioni, la Nucleus mostra un mondo più maturo e pacifico che ci attende.

 

Vulcano Titanium

ORGOGLIO ITALIANO: VULCANO TITANIO PRESENTATA A PARCO VALENTINO

Cecomp presenta Vulcano Titanium per la prima volta in Italia.

Torino, Italia – 01 Giugno 2016.  Dall’8 al 12 Giugno la supercar disegnata da Icona (inserita nella lista dei cinque oggetti più desiderati dalla rivista Playboy) sarà esposta nel cuore del Capoluogo piemontese durante l’edizione del 2016 di Parco Valentino – Salone & Gran Premio.

L’azienda Piemontese è riuscita in quello in cui nessuna casa automobilistica era riuscita fino ad oggi: una hypercar dal corpo interamente in Titanio nudo,  interamente realizzata a mano: sono servite più di 10.000 ore di lavoro dei battilastra.

Il powertrain è frutto del lavoro di Claudio Lombardi, ex direttore della Scuderia Ferrari, ideatore di numerose auto campione del mondo, e Mario Cavagnero, l’uomo dietro il Racing Team e padre dei motori della Lancia (Delta integrale e 037, come pure della serie completa  Peugeot 205 T16 e 405 T16)

La scelta è stata quella del motore V8 sovralimentato (670 Cavali), in grado di fornire una potenza massima molto simile ai motori  V12, ma  con   valori di coppia decisamente più elevati (840 N/m), permettendo così una accelerazione decisamente più prestazionale ed una migliore fluidità di guida (0 a 100 km/h in 2,8 secondi e 200 km/h in 8,8 secondi).

I rapporti del cambio e del differenziale sono stati calibrati in modo da ottenere il giusto equilibro nella distribuzione della forza motrice.

Per ottimizzare i tempi di cambiata  è stato progettato ed installato un cambio robotizzato con funzionamento elettroidraulico gestito da un generatore ausiliario autonomo.

Anche la geometria delle sospensioni sono state rivoluzionate rispetto alle soluzioni tradizionali.

Un design tutto italiano! ICONA, fondata a Torino all’inizio del 2010, è un’azienda che riunisce il meglio del design europeo, operando in tutto il mondo fornendo importanti servizi di progettazione e prototipazione.

“Abbiamo preso ispirazione dall’aereo più veloce del mondo, il Blackbird SR-71, dove la silhouette slanciata e drammatica si completa con le sue curve sensuali: una combinazione fondamentale per lo stile della Vulcano.” – Icona design director Samuel Chuffart.

Insieme alla vettura sarà possibile ammirare (e suonare) Eko Vulcano: la chitarra realizzata dai tecnici di Icona in collaborazione con Eko e Massimo Varini per celebrare la supercar.

Official: iconavulcano.com

Vulcano Concept Car

CONCEPT VULCANO

 

Ispirata all’architettura avveniristica delle opere di Zaha Hadid e Asymtote, la Vulcano esprime un linguaggio formale che attinge anche da aerei dal design avveniristico, particolarmente adatto all’ergonomia di una hypercar.

 

ESTERNI

BOZZETTI

La Vulcano presenta un motivo costante di triangoli dinamici disposti in una simmetria orizzontale, evocante il logo di Icona, che bilancia il dinamismo del volume. Per connettere ogni dettaglio e separare ogni parte, linee sottili completano la forma voluttuosa, accrescendo il potere sensuale dell’auto.

 

MODELLO

Il giusto bilanciamento fra il potere aggressivo e la bellezza armoniosa è chiaramente risolto nel processo di modellazione con l’argilla. Dopo alcune settimane dello sviluppo di un modello d’argilla in scala 1/4, il modello è stato successivamente ridefinito in 3D con l’inclusione di controlli prefissati, includendo ergonomia, crash test e aerodinamica.

 

“La sfida più grande riguardo al design è stata il bilanciamento tra potenza e bellezza. Abbiamo trovato il giusto equilibrio guardando verso la maggiore semplicità.”

– Samuel Chuffart, ICONA Global Design Director

 

PROPULSIONE

Il gruppo di propulsione è il lavoro del celebre ingegnere Claudio Lombardi, ex direttore tecnico motori in Ferrari. In collaborazione con Lombardi, ICONA ha ottimizzato le soluzioni progettuali, come il flusso di aria calda, aria fredda e deportanza, per massimizzare le performance estreme della Vulcano.

 

INTERNI

CONCEPT DEGLI INTERNI

 

Fatti principalmente con fibra di carbonio e Alcantara nera con sedili anatomici in pelle completamente regolabili, gli interni high tech hanno un tocco ispirato alla corsa. Il design degli interni è orientato al guidatore, con funzioni come la diagnostica GPS, radio e auto combinate in un unico grande touchscreen, mentre tutti gli altri elementi del design sono stati integrati in un modo raffinato e sofisticato.

 

“Il design è l’anima di base in una creazione fatta dall’uomo.”

– Steve Jobs

 

“La Icona Vulcano unisce la maestria e l’esperienza di una tradizione tutta italiana.”

– Auto Spies

 

 

Neo

NELLA CITTA’ DELLA NUOVA ERA: LA ICONA NEO

LA PREMIERE DI SHANGHAI 2015

Un concept futuristico, disegnato da Icona, l’azienda italiana di design automobilistico con sede a Shanghai.

Seguendo lo stile di ICONA, il nuovo concept NEO si propone di esplorare le ispirazioni e le sfide della vita quotidiana nelle metropoli come Shanghai.

Come la sorella Fuselage, la NEO è un veicolo a quattro posti il cui design è stato adattato per un sistema ad alimentazione elettrica, permettendo alla creatività del design di espandersi fuori dai limiti imposti dal classico motore termico. Tuttavia, l’obiettivo della NEO non è solo di fornire un equilibrio fra stile e massima praticità prevista da una moderna city car.

Lo stile audace e il design asimmetrico della NEO combinano linee chiare con una sensuale scultura automobilistica dinamica.

L’ispirazione della NEO è derivata dalle ultime tendenze architettoniche che hanno rimodellato il paesaggio di Shanghai, il luogo dove l’auto è stata disegnata. Le sue linee nitide e contrastanti combinano la semplice geometria e le transizioni di superfici sensuali. Il tema principale consiste nella costruzione di un design “anti-cuneo”, destinato a bilanciare la generale attitudine a protendere dell’automobile, risultato di un frontale basso quasi a contatto con l’asfalto che lascia più spazio per un ampio parabrezza panoramico.

In contrasto, le linee della parte posteriore presentano un design più complesso con un’alta linea di cintura, suscitando un senso di grande sicurezza e uno spazio personale accogliente.

Gli interni non convenzionali dell’auto si sono evoluti in un layout orientato ai passeggeri: invece di focalizzarsi unicamente sulla strada, i passeggeri possono godere di un divano posteriore avvolgente in stile ottomano, approfittando dell’assenza di una porta posteriore sinistra e offrendo di un grande vetro focalizzato sul lato pedonale della strada, permettendo ai passeggeri di godere dello skyline della città.

I taxi di Shanghai abitualmente hanno l’apertura della porta dei passeggeri sul lato destro, lasciando un singolo accesso sul lato sinistro del guidatore e aumentando considerevolmente la sicurezza del passeggero. Nella NEO, l’accesso del passeggero può essere fatto in maniera pratica e sicura dal lato destro, grazie ad un’ampia apertura delle porte e l’assenza di un posto B. L’asimmetria degli interni continua con due elementi sospesi che emergono dai lati creando il cruscotto, ottimizzando il senso di spazio e adattando il loro modello per i rispettivi usi. Lo spazio vuoto lasciato nel mezzo ha permesso il posizionamento del display centrale il più avanti possibile, per una migliore visuale e comfort.

Questo concept elettrico sfrutta l’energia prodotta da ogni ruota con un totale di 21kw. Grazie alla struttura leggera (720kg incluso il pacchetto elettrico di 130kg di cui 90kg di batterie), NEO è stata concepita per raggiungere la velocità massina di 120 km/h ed ha un’autonomia urbana di 150km. La NEO è stata sviluppata dai partner tecnici di Icona, ACTUA e Italtecnica, situati in Italia.

Con le sue dimensioni compatte (un interasse di 2,2m su un totale di 3.4m di lunghezza), Neo può ospitare 4 adulti. Concepita per un uso urbano, la carrozzeria leggera ha un’altezza di 1.5m, ben bilanciata con la sua larghezza di 1,63m.

L’auto è destinata alla giovane generazione di compratori che aspirano a possedere un’auto che rappresenti i loro valori. I loro valori sono basati sulla libertà: la libertà di respirare in un ambiente salutare; la libertà di esprimere la loro individualità, la libertà di muoversi in modo confortevole nel proprio spazio individuale; la libertà di condividere il tempo con gli amici, collegato sia al mondo reale sia a quello virtuale; la libertà di non essere attivamente alla guida.

Fondata nel 2010, ICONA è unica fra gli studi di design europei. Riflettendo sullo stile di vita cosmopolita di Shanghai, i trentenni del team di design di ICONA, includendo tredici differenti nazionalità, sono situati nel cuore del quartiere Lujiazui a Shanghai. La posizione dell’azienda nel centro dell’hub finanziario di Shanghai fornisce una comunicazione facile e conveniente coi suoi clienti. Attraverso la sua collaborazione integrata con i leader del settore Tecnocad Progetti e Cecomp situate a Torino, in Italia, ICONA beneficia da più di 30 anni di esperienza nell’industria, fornendo ai clienti una vasta gamma di servizi di sviluppo automobilistico, inclusi design, ingegneria, modellistica e prototipi. I design unici delle concept car di ICONA, presentate ad Auto Shanghai nel 2011, 2013 e 2015, combinano il più avanzato design con la principale tecnologia ingegneristica, dimostrando una soluzione concreta alle automobili del futuro.

 

 

Fuselage

Fondata all’inizio del 2010, Icona Shanghai raccoglie insieme le migliori esperienze europee del settore dell’automobile nel design, nell’ingegneria, nella modellistica e nella prototipazione a vantaggio dei suoi clienti in Cina e in Asia.

Creata in risposta alla domanda crescente di progetti di alta qualità proveniente dal settore dell’automobile cinese, Icona Shanghai è unica fra gli studi di design europei. L’intero team, e non solo il reparto commerciale, è situato in modo permanente in Cina nel cuore del distretto Pudong di Shanghai, vicino a suoi clienti.

Attraverso la partnership con i leader dei settori Tecnocad Progetti and Cecomp situati a Torino, Icona Shanghai gode di più di trent’anni di esperienza e offre una gamma completa di servizi per lo sviluppo del veicolo, includendo stile, ingegneria, manifattura dei modelli di design e prototipi.

Ad Auto Shanghai 2011 Icona introduce 2 nuovi veicoli, entrambi basati su un gruppo di propulsione elettrica:

Fuselage, una concept show car

TTW, un Personal Mobility Vehicle

 

Fuselage

Per Auto Shanghai 2011 Icona rivela la Fuselage, un concept study dove l’eleganza e il glamour si combinano con la tecnologia avanzata.

Disegnata da Samuel Chuffart, Direttore del Design di Icona Shanghai, assieme al suo team di design, Fuselage è stata progettata da Tecnocad Progetti e realizzata da Cecomp, le due aziende partner fondatrici di Icona Shanghai.

Il veicolo è un concreto esempio di competenze, conoscenze e capacità che Icona Shanghai e le sue aziende fondatrici possono offrire ai propri clienti.

Lo stile

Il mondo sta cambiando e quindi anche le automobili. La sostenibilità guida la riconsiderazione di tutti gli aspetti degli stili di vita e le “green cars” sono adesso le meraviglie della tecnologia. La produzione tecnologica di massa sta modellando il trasporto personale in un design che è sempre più accessibile – ancora potenzialmente meno memorabile.

“Passione e aerodinamica” ha guidato lo sviluppo della ICONA Fuselage.

Avendo a cuore il bisogno di creare un’auto sostenibile, ICONA ha combinato l’efficienza di una resistenza aerodinamica ridotta attraverso la sua forma affusolata con un flusso d’aria controllato e una superficie frontale ridotta. Ciononostante, la Fuselage è una spaziosa quattro-posti elettrica con un design sinuoso ed emozionante, che porta alla berlina di domani l’emozione di una vera GT. La Fuselage dimostra come una berlina quattro-posti può evolversi in un profilo elegante e sportivo evocando al primo sguardo la velocità e lo scorrere del vento che soffia sulla fusoliera di un aereo.

L’attenzione all’aerodinamica è accattivante: il profilo basso, la sezione frontale ridotta e diversi dispositivi permettono un’efficienza ottimizzata, con un Cd di 0.26 come misurato durante il suo sviluppo digitale in CFD (Computational Fluid Dynamics) e successivamente nella galleria del vento.

Un’unica grande porta ad ala di gabbiano e l’assenza del montante assicurano un accesso agevole ai passeggeri. Con un’altezza di 1307 mm, la Fuselage non può certo essere considerata un’auto sportiva con compromessi; è invece un ragionato equilibrio tra l’ergonomia e la riduzione nel profilo complessivo per massimizzare l’efficienza.

 

Con un interasse di 2870 cm, i passeggeri della Fuselage possono godere di un ampio spazio per le gambe. Il guadagno di spazio orizzontale non compromette l’efficienza aerodinamica del veicolo e il profilo allungato dell’auto ricorda una fusoliera di un aereo.

 

L’ispirazione derivata dagli aerei non finisce qui. All’interno, il cruscotto sospeso e la console centrale sono ispirati al design affusolato ma sofisticato dei jet. Nella parte inferiore, il lungo tratto bianco orizzontale comprende le linee ondulate che ricordano i giardini Feng shui. La parte superiore – con un contrastante marrone scuro color espresso – si sposta verso un linguaggio più aeronautico, enfatizzando la sofisticatezza di forme funzionali mantenendo la loro semplicità. Il design dei sedili e dei pannelli della porta esprime lo stesso equilibrio del design esterno, unendo un flusso di forme allungate con emozionanti grafiche dinamiche. Il display di guida fornisce la direzione di marcia al centro insieme ad altre informazioni (riguardanti principalmente la velocità e l’autonomia) su entrambi i lati. Indicazioni, radio, climatizzazione e lo stato del veicolo sono accessibili dal touch screen sulla console centrale contenente anche il tasto di avviamento a riconoscimento di impronte digitali, evitando l’uso delle chiavi. Le telecamere che integrano le antenne radio e GPS su entrambi i lati dell’auto forniscono un’immagine al centro del cruscotto. Ciò permette una visuale posteriore completa senza punti ciechi, mantenendo una resistenza aerodinamica minima.

 

La Icona Fuselage risponde alla domanda: “come può un’automobile essere allo stesso tempo “green” e bellissima?”

 

La tecnologia

 

Offrendosi come un concept ZEV (Zero Emission Vehicle) completamente elettrico, Fuselage è mossa da quattro motori sotto assiali. Un AKU (Actuation Traction Unit) garantisce il funzionamento di entrambi i motori e la gestione intelligente delle batterie ad alto voltaggio. La fornitura di energia per i motori, le scatole del cambio ad alte prestazioni e tutti i sistemi elettronici sono controllati elettronicamente.

 

In modalità completamente elettrica, con una potenza totale di 100kW, la Fuselage può raggiungere una velocità di 200 km/h, da 0 a 100 km/h in 4.5 secondi e ha un’autonomia di 220 km con una carica completa. Il pacco batteria di 360 kg fornisce 15 kW/h e ha un voltaggio nominale di 380 Volt. Situato nel tunnel centrale sotto i sedili anteriori, il pacco contiene 105 celle e può essere caricato tramite un connettore SAE J1772, oltre che tramite i freni rigenerativi per il recupero dell’energia e due pannelli solari che forniscono sufficiente energia per le componenti elettriche degli interni. L’ EMU (Energy Management Unit) regola e invia il carico di energia appropriato alla giusta destinazione secondo i differenti bisogni del veicolo.

 

Un sistema di propulsione ibrido è disponibile come opzione, dato che è stato riservato uno spazio abbastanza ampio per integrare un range extender. Con il volume addizionale di un serbatoio di carburante e un motore di piccola cilindrata operante a una velocità bassa e stabile per caricare la batteria, questa opzione offre un modo efficiente di estendere l’autonomia del veicolo.